A Porto Tolle un derby dalle mille emozioni

Chi aveva pronosticato partita facile per i granata di mister Florindo si è sbagliato di grosso. Certo che trovarsi sul 3 a 0, a tre minuti dal termine del primo tempo, poteva far pensare ad un risultato finale ormai acquisito.

Un primo tempo dominato dall’Adriese con Marangon, una doppietta, e Aliù a segno con estrema facilità.

Poi Anostini stende Nobile e capitan Gherardi caccia in rete il rigore dell’1 a 3.

Ma le vere emozioni sono tutte concentrate nel secondo tempo.

Il Delta Porto Toll conquista il secondo rigore, siamo al 6′, ma Gherardi spara alto sopra la traversa tra le urla di gioia dei supporters granata.

Poi l’estremo difensore biancoazzurro salva la propria porta dal clamoroso 4 a 1: prima d’istinto su Santi (11′) e poi (13′) in uscita disperata toglie a Marangon il piacere della tripletta.

Il Delta Porto Tolle crede nella “remontada” e due minuti più tardi (15′) Turea fa esplodere la tribuna del Cavallari andando sul 2 a 3.

Ma l’Adriese sfrutta ancora le ingenuità del Delta Porto Tolle.

Buratto al 21′ porta a spasso tutta la difesa biancazzurra e deposita la palla in rete per il 4 a 2.

Sembra fatta, ma non è vero: al 31′ Malagò pennella una punizione che nessuno tocca e che si infila nell’angolino.

È il 3 a 4 ed il Delta si butta a testa bassa alla ricerca del miracolo, miracolo che arriva al 44′: cross di Turea, respinta di testa di Meneghello, irrompe Meucci che di controbalzo dai venticinque metri scaglia una bomba che non lascia scampo a Motti.

Rammarico tra le file granata per aver sprecato una vittoria che sembrava già decisa nel primo tempo.

Gioia del Delta Porto Tolle con i suoi tifosi in delirio e con un risultato che vale doppio, per il morale e per la classifica.

Di buono c’è il pari casalingo dell’Este con l’Union Feltre, quindi distacco dalla seconda che rimane sempre a più due, però attenzione al Campodarsego che, Mercoledì 28 Novembre, recupera la gara a Levico e con la vittoria può raggiungere i granata a quota venticinque.

E Domenica al Bettinazzi altra sfida al vertice con l’Este che arriva ad Adria a caccia del colpaccio.

Nel resto della giornata…

Il Belluno 1905 ed il Campodarsego difendono le mura amiche, per 2 a 1, rispettivamente dagli assalti del Calcio Montebelluna e del Tamai.

Reti inviolate tra il Cartigliano ed il St. Georgen mentre la Clodiense Chioggia passa sul campo del Cjarlins Muzane, 1 a 0.

Pareggio tra l’Este e la Union Feltre, 2 a 2, mentre il Chions ha la meglio sul Sandonà 1922 fuori casa, per 2 a 1.

Cade in casa il Trento che incassa la sconfitta dall’Arzignano Valchiampo, 1 a 0, mentre la Virtus Bolzano difende il proprio campo dal Levico Terme, 2 a 1.

Clicca qui per vedere la classifica completa.

DELTA PORTO TOLLE

4

42′ (R) – Gherardi

57′ – Turea

76′ – Malagò

89′ – Meucci

ADRIESE 1906

4

11′ – Marangon

34′ – Marangon

38′ – Aliù

66′ – Buratto

12a giornata di andata
25 Novembre 2018 – Stadio Umberto Cavallari – Porto Tolle (Rovigo)
Arbitro: Nicolini
Assistenti: Regattieri e D’Ambrosio
Note
Ammoniti: Anostini, Boscolo Berto, Motti e Scarparo per l’Adriese 1906; Oberrauch, Nobile, Pandiani e Malagò per il Delta Porto Tolle.
Espulsi: Zattarin e Sane per il Delta Porto Tolle.
Calci d’angolo: Adriese 1906 2, Delta Porto Tolle 3.
Recuperi: 1′ al primo tempo, 6’ al secondo tempo.
Spettatori: 1.000 circa.

Formazioni

ADRIESE 1906

Motti, Anostini (44′ sostituzione Del Piccolo), Boscolo Bisto, Boscolo Berto, Delcarro (27′ sostituzione Busetto), Meneghello, Boreggio (18′ sostituzione Scarparo), Buratto, Aliú, Marangon, Santi (17′ sostituzione Pagan).

Allenatore: Florindo.

A disposizione: Toffano, Calcagnotto, Boldrin, Nicoloso, Torregrossa.

DELTA PORTO TOLLE

Pigozzo, Gurini, Oberrauch (15′ sostituzione Sarr), Meucci, Boccafoglia, Sirigu, Turea, Malagò, Gherardi, Pandiani, Nobile.

Allenatore: Zattarin.

A disposizione: Adorni, Koliatko, Sane, Vitale, Kasse, Crepaldi, Anarfi, Trombini.

MAIN PARTNER
Cartiere del Polesine (colonna)
NEWS
IMMAGINI